sabato 14 gennaio 2012

Costa Concordia, troppi incidenti per una nave

4 maggio 2010 – Turista cade in mare e muore Nella notte tra il 3 e il 4 maggio del 2010 un turista di 33 anni di nazionalità russa, che viaggiava a bordo della Concordia, è caduto in mare per cause mai accertate anche se l’ipotesi suicidio è la più accreditata. Il suo corpo è stato ritrovato solo dopo diverso tempo.7 novembre 2010 – Gru rischia di schiantarsi sulla nave Una gru utilizzata alla banchina 12 del porto di Savona ha rischiato di abbattersi sulla Concordia. Il braccio della gru, improvvisamente, si è inclinato, forse per uno sbilanciamento dovuto al carico che avrebbe dovuto trasbordare sulla nave. La gru non ha fortunatamente arrecato alcun danno alla nave come poi appurato dal personale della Capitaneria di Porto che ha ricostruito la dinamica dei fatti.
30 agosto 2009 – Casi di influenza A sulla Concordia Controlli a bordo della Costa Concordia al suo arrivo nel porto di Savona perché all’epoca erano stati riscontrati tre sospetti casi di influenza A. Il 9 agosto, a bordo, si erano verificati altri 12 casi di sospetta influenza A: sette crocieristi, tra cui un bambino che era stato ricoverato, erano stati fatti sbarcare a Savona mentre 4 passeggeri erano stati isolati in cabina e sbarcati successivamente a Napoli e Palermo.
22 novembre 2008 – Collisione nel porto di Palermo Il 22 novembre 2008, complice il forte vento, la Concordia ebbe una collisione contro la banchina del porto di Palermo alla quale stava attraccando. Nello scontro si creò un ampio squarcio tra la prua e la fiancata destra e andò distrutto il portellone di prua. In quella circostanza, però, nessuno si fece male.

Video del varo tecnico di Costa Concordia, dove la bottiglia non si ruppe.

1 commento:

  1. se avessero usato una bottiglia di gazzosa forse tutti gli incidenti che le sono capitati dopo non sarebbero avvenuti..il 13 gennaio 2012 anno bisesto.. de profundis anzi de saccas considerato l'incaglio-

    RispondiElimina